Inaugurazione: mercoledì 21/12/11 ore 18.00
Musei Provinciali di Gorizia
Borgo Castello, 13

Artisti presenti: Franco Spanò, Ivan Crico, Lia Del Buono, Paolo Figar, Paola Gasparotto, Alessandra Ghiraldelli, Francesco Imbimbo, Silvia Klainscek, Damjan Komel, Roberto Merotto, Claudio Mrakic, Stefano Ornella, Alessio Russo, Nika Šimac, Angelo Simonetti, Lara Steffe

dal 21 dicembre 2011 al 29 gennaio 2012

Mostra ideata e realizzata da PROLOGO – Associazione Culturale per la Promozione delle Arti Contemporanee
Intervento critico: Franca Marri

Per
Informazioni:
Prologo: www.prologoart.it – info@prologoart.it

Le connessioni dello stivale
“Ogni grande Artista è storico o profeta.”

[…] Soprattutto in un territorio quale il nostro, unitosi all’Italia 57 anni più tardi, avente una sua peculiarità, una sua pluralità di lingue, d’identità, di culture, nel suo essere marginale, nel suo essere terra di confine, il punto di vista da cui si pone l’osservazione sia sull’identità nazionale sia sull’unità non può che essere plurale. E soprattutto in un momento dove fondamentale è l’educazione al cosmopolitismo, alla condivisione, le considerazioni non possono che essere molteplici, in un’idea di confronto tra le diverse parti, in un’idea di relazione, italiana e europea, che tengano conto dalla dimensione globale.

Ecco dunque che qui non parliamo di unità ma di “connessioni”, ovvero di altri legami,  più stretti, più intimamente sentiti; e non parliamo di Italia, bensì, più affettuosamente, e anche più concretamente, dello “stivale”.

La forma dello Stivale sta infatti alla base della riflessione di 16 artisti goriziani e di territori limitrofi, che su questa forma, per certi versi pure bizzarra, hanno espresso le loro idee, le loro speranze, i loro dubbi, alla luce della contemporaneità, alla luce del concetto di unità oggi. Pensieri e riflessioni che hanno portato a risultati diversi, assumendo toni ironici o disillusi, se non addirittura severamente critici, ma sempre e comunque “appassionati”.

Perché l’arte è un’“espressione appassionata, simpatica, poetizzata dell’ideale, come l’umanità lo concepisce, lo intuisce, o lo desidera”, come scriveva Giuseppe Mazzini […]

 

Franca Marri